Responsabilità professionale medici: L'80% dei medici come te è a rischio!
Responsabilità-professionale-medici

Responsabilità professionale medici: L’80% dei medici come te è a rischio!

Quello che nessuno ha il coraggio di dire sulla responsabilità professionale medici: oggi giorno, ogni volta che vai a lavoro rischi di compromettere per sempre la tua carriera e le tue finanze anche se hai l’assicurazione obbligatoria.

 

Il paziente è esigente, e spesso anche maleducato e prepotente.

 

Lo sappiamo bene.

 

Se sei un medico il tuo peggior nemico troppe volte – invece che la malattia – purtroppo è proprio lui, il paziente.

 

“Responsabilità medica, colpa grave, omicidio colposo”

 

Quante volte ti capita di sentire questi termini messi assieme e associati al tuo lavoro?

 

Se hai il terrore della denuncia o l’ansia ti gioca brutti scherzi, ti capisco. Oggi giorno la situazione dei medici non è affatto semplice.

 

Infatti, i dati della Procura di Roma ci dicono che negli ultimi 8 anni le denunce contro i medici sono aumentate del 300%.

 

“Non ha fatto la t.a.c., è un assassino”

“Neonata morta, sette medici a processo”

 

Tralasciamo il fatto che le condanne invece non sono aumentate per niente (la verità che esce dai tribunali infatti è che la maggior parte di queste denunce sono infondate).

 


 

Come abbiamo fatto ad arrivare a tutto questo?

Certo, ogni caso è diverso.

 

Ma tutto questo accanimento sulla colpa grave deriva dal fatto che sei vittima di una percezione sbagliata.

 

I pazienti e le loro famiglie:

 

  1. Non rispettano più la tua figura di medico professionista.
  2. Si sentono sempre più in diritto di dare a te la colpa anche quando hai seguito le linee guida e hai fatto il tuo lavoro in maniera impeccabile.

 

E la situazione continua a degenerare.

 

Già molti tuoi colleghi hanno dovuto pagare questa situazione in vari modi.

 

Ci sono sia i danni finanziari che quelli d’immagine, con la vergogna che ricade su tutta la categoria dei medici.

 

E cChe dire poi dei danni indiretti, cioè il proliferare di esami inutili e cure alternative alle operazioni?

 

Queste pratiche preventive hanno creato un buco ancora più grande nelle casse del Sistema sanitario nazionale.


 

Guarda l’inchiesta delle Iene sulla cosiddetta “medicina difensiva” e le conseguenze disastrose delle continue denunce contro i medici

 


 

Le persone hanno paura. Hanno paura degli errori, della morte, del destino… e non si fidano più neanche dei migliori professionisti.

 

Questo circolo vizioso ormai è senza freno.

 

Ogni denuncia porta con se un carico pesantissimo di conseguenze legali, finanziarie e carriere rovinate.

 

E, lasciatelo dire… se anche tu hai paura di essere denunciato per un presunto errore fatto mentre svolgi la tua professione – nessuno può biasimarti.

 

E’ normale che a tua volta cerchi di difenderti come puoi.

 

Il governo da qualche tempo cerca di mettere una pezza a questo problema, trasformatosi in un’emorragia finanzaria e di credibilità che nessuno sembra poter fermare.

 

La nuova proposta di legge dovrebbe ristabilire un minimo di equilibrio tra la tutele dei medici, che hanno bisogno di svolgere il loro delicato compito in serenità, e il diritto dei cittadini dinanzi ai casi di malasanità,
ma il problema rimane.

 

Anche se ASL e strutture ospedaliere di solito forniscono ai dipendenti un minimo di copertura assicurativa, per tutto il resto (e in particolare proprio le accuse di “colpa grave”, quelle più costose e dannose) se ne lavano sostanzialmente le mani.

 

Quanto è frequente il rischio della colpa grave e potrebbe capitare anche a te?

 

I rischi legati alla responsabilità professionale dei medici sono in fortissimo incremento in Italia da circa dieci anni, sia in termini di frequenza, sia in termini di entità.

 

Oggi, in Italia, ogni medico ha l’80% di probabilità di ricevere almeno una richiesta di denuncia per responsabilità di presunta “malpractice” nel corso della sua carriera.

 

È per questo motivo che se sei un medico, a qualunque livello, devi assicurarti in maniera completa, non limitandoti alla polizza obbligatoria prevista per la tua particolare specializzazione.

 

Golino Consulting si dedica alla protezione totale dei professionisti in ambito medico da 16 anni.

 

La nostra passione è sempre stata quella di approfondire le esigenze specifiche di ogni categoria professionale in ambito medico, dal giovane specializzando ospedaliero fino all’odontoiatra affermato e titolare del proprio studio.

 

Siamo consapevoli e aggiornati sulle varie dinamiche professionali che sono in gioco in una professione così delicata.

 

In particolare, sono soprattutto quattro i tipi di esigenze più sentite a cui diamo risposta da anni:

 

1. Consapevolezza del differente inquadramento (e quindi della differente responsabilità). Un dirigente non è uguale a uno specializzando, e lo stesso vale per ricercatori, dottorandi, primari e liberi professionisti.

 

 

2. Chiarezza e informazioni precise su cosa una polizza copre e cosa no (mentre il solito intermediario mandato dall’agenzia di turno non si farà problemi a promettere mari e monti, salvo scomparire poi nel momento del bisogno)

 

 

3. Completezza della copertura. Avendo a disposizione 12 diverse compagnie assicurative, riusciamo a garantire in maniera conveniente la rivalsa per colpa grave, la responsabilità civile, il rimborso delle spese legali e tutto ciò di cui hai bisogno, garantendo i massimali più alti sul mercato.

 

 

4. Disponibilità e servizio personalizzato. Sappiamo bene che da medico lavori in un ambiente difficile, con orari imprevedibili, per cui non ti puoi permettere di perdere tempo in giro o per agenzie. 

 

Perciò i nostri consulenti sono a tua disposizione sempre, e sono loro a venire da te.

 

Proprio per questo motivo abbiamo messo a tua disposizione uno strumento ulteriore:

 

Prenota al più presto una consulenza gratuita!

 

Riceverai tutte le risposte di cui hai bisogno, senza alcun vincolo.

Vincenzo Golino

Comments

comments



Simple Share Buttons